Archive for the 'tools' Category

Discovery tool e Reference nelle biblioteche accademiche: “Business as usual”, “Game over” o nuove prospettive?

3 maggio 2015

In questo post (lungo) provo a esprimere alcune criticità che riguardano il servizio reference; poi metto in discussione due approcci relativi all’impatto dei Discovery tool nel servizio reference svolto dalle biblioteche accademiche: chiamo questi due approcci “BUSINESS AS USUAL” e “GAME OVER“.
Infine provo a capire in che modo i Discovery tool aiutano a riposizionare le attività di reference a condizione che si accetti di ampliare e rinegoziare il proprio focus di azione.

discovery2p

REFERENCE?

Le cosiddette attività di “Reference” (*) richiedono certamente una ridefinizione radicale perchè l’infosfera nella quale siamo immersi è mutata e tutte le attività di intermediazione informativa (il reference è indubbiamente tra queste) sono scomparse o hanno subito cambiamenti radicali (1).

Leggi il seguito di questo post »

Google Helpouts, alla ricerca dell’esperto su misura

16 novembre 2013
L'esperto risponde

Si chiede un appuntamento all’esperto

Segnalo un servizio di Google inaugurato il 5 novembre. Si tratta di Helpouts, e permette di richiedere consulenze personali a un “esperto”.
[Aggiornamento 3 dicembre 2013: tra gli esperti proposti da Google helpouts non poteva mancare un reference librarian]
Come funziona Leggi il seguito di questo post »

Refseek, una segnalazione (con perplessità)

10 marzo 2013

Alle sue origini, nel 2008, l’obiettivo di questo blog era: “fornire arnesi da lavoro per i bibliotecari che si occupano del servizio di informazioni bibliografiche”. Pur mantenendo fermo questo obiettivo abbiamo cercato, in questi 5 anni, di parlare anche di altro. Ci sembra utile però mantenere fermo anche un profilo semplice, e di “servizio”, di mera segnalazione critica di nuove risorse.
Eccone una allora, si chiama Refseek.

Refseek maschera di ricerca

Refseek maschera di ricerca


Refseek, che viene segnalato in un articolo di The Digital Shift del 28 febbraio, Leggi il seguito di questo post »

Connotea chiude, la fragilità del “free”

9 febbraio 2013

Il 23 gennaio ho ricevuto un email che, in quanto utente, mi segnalava che il servizio di Social bookmarking Connotea, offerto gratuitamente dal gruppo editoriale Nature, chiuderà il 12 marzo.

connotea

Fortunatamente su Connotea avevo solo un bookmark didattico, utilizzato nel 2010 in uno dei miei corsi e poi non più aggiornato; però su Connotea ci sono bookmark molto interessanti, come questo dall’eloquente titolo “Chiedinbiblioteca” e aggiornato a settembre 2012, e questo, aggiornato al 18 gennaio, entrambi con un sistema di Tag molto accurato e sistematico.

Connotea è uno dei primi servizi di social bookmarking: attivo dal 2005 insieme a Delicious permette di salvare e tenere in ordine i siti utili, aggregandoli attraverso etichette (“Tag”) e condividendoli con altri.
Ma Connotea è anche un vero e proprio Reference management software (RMS), Leggi il seguito di questo post »

Quale bibliodiversità? Una sintesi

20 novembre 2011

Il 57 Congresso dell’AIB, Associazione italiana biblioteche, che si è svolto a Roma il 17-18 Novembre, ci ha permesso di gettare uno sguardo “lungo” sulle prospettive della professione e sulle nuove sfide che ci attendono.
Ringrazio gli organizzatori ed il comitato scientifico che ha costruito le domande sul futuro della professione, tema chiave del dibattito congressuale.
E’ davvero difficile mettere “in fila” tutte le suggestioni, ma ci sto provando…
Nel piccolo, per quanto mi concerne:

Il mio contributo è rappresentato da una ricerca empirica e di scenario sulle piattaforme che permettono di accedere a libri elettronici, sia quelle gratuite, da Google books a Progetto Manuzio; che quelle tariffate, i veri e propri negozi online.
I dati fotografano lo stato dell’arte a Settembre 2011.
Nella seconda parte della mia ricerca, sulla base di un interessante paper di Marcia Bates sull’information seeking provo a leggere le categorie di Searching, Browsing e Monitoring, modalità di approccio alla ricerca di informazione, negli strumenti messi a disposizione delle piattaforme di e-book, per capire quali sono i percorsi cognitivi richiesti ai navigatori e la user experience che viene loro proposta per recuperare un libro elettronico.
Accompagna il Paper un piccolo portale di serviziotrova-il-tuo-ebook“.
Obiettivo di “Trova il tuo e-book” è fornire un accesso rapido e ragionato all’offerta di E-Book in lingua italiana, ed alcune informazioni operative per la gestione della propria collezione di Ebooks.
I destinatari di questa risorsa sono i bibliotecari che, occupandosi di consulenza bibliografiche, vogliono segnalare ai loro utenti una panoramica completa ma non dispersiva di quanto disponibile.
Più in generale questa risorsa è pensata per tutti coloro che sono interessati agli ebook ma necessitano di un punto di partenza per districarsi nell’offerta di editori, piattaforme, biblioteche digitali.

Become literate in e-books

4 settembre 2011

logo dell'articoloBecome literate in e-books” è la frase che mi è piaciuta di più nel verbale, disponibile online, di una delle prime riunioni dell’e-book task force, un gruppo di lavoro costituito a gennaio 2011 in seno all’Office for Information Technology Policy (OITP) dell’ALA, l’associazione dei bibliotecari americani.
L’obiettivo generale dell’OITP è incoraggiare gli sforzi delle biblioteche per assicurare l’accesso alle risorse informative elettroniche come mezzo

logo OITP

ALA Office for Information Technology Policy

per sostenere il diritto di tutti ad una società dell’informazione aperta e libera, portando la voce delle biblioteche nel dibattito pubblico sulle politiche dell’informazione.
Uno degli obiettivi specifici di OITP è impegnarsi in una prospettiva strategica capace di anticipare il cambiamento tecnologico, specialmente quando si configura come sfida per le biblioteche.
La Task force sul libro elettronico, insediata a gennaio 2011, pubblica il 27 Giugno sul sito ALA uno strumento pratico: 35 FAQ sugli e-book (Frequently Asked E-book Questions from Public Librarians). Leggi il seguito di questo post »

Il servizio reference nella società della conoscenza

3 aprile 2011

videata pen.io

Editor pen.io


IL SERVIZIO REFERENCE NELLA SOCIETA’ DELLA CONOSCENZA è il titolo di un breve seminario introduttivo AIB Liguria che ho l’opportunità di svolgere a La Spezia e Savona.
Questo il calendario:
Venerdì 1 Aprile 2011 La Spezia – Biblioteca dell’Accademia Lunigianese di Scienze “G. Cappellini” Via XX Settembre 148 ore 10-13
Lunedì 4 Aprile 2011 Savona – Biblioteca civica A. G. Barrili Via Monteurbano 14 ore 10-13
Il seminario è gratuito per i soci Aib.

Il programma ed i contenuti del seminario sono disponibili attraverso pen.io uno strumento davvero scarno e semplice (più semplice di google documents) per mettere online brevi documenti di testo, senza doversi registrare.
Leggi il seguito di questo post »

JURN, una risorsa per le scienze umane

6 gennaio 2011

Perchè mi piace JURN, e ritengo utile segnalarlo nel blog? Jurn è una risorsa che interessa chi si occupa di discipline umanistiche, un campo non generosissimo di risorse online. JURN indicizza 3.940 “free e-journals”, tra cui molti titoli open access (la lista estesa in pdf è qui, mentre una directory più sintetica è qui) facilitandone l’accesso. JURN utilizza Google CSE (custom search engine), una risorsa che permette di creare, anche in modo piuttosto sofisticato, motori di ricerca personali (ecco quello dell’American economic association e uno sperimentale, costruito da me, per scopi didattici).
JURN viene lanciato il 3 febbraio 2009, e indicizza inizialmente 850 articoli da Intute e DOAJ. Ad aprile JURN esce dalla versione alfa e a giugno 2009 si presenta nella sua versione definitiva. Leggi il seguito di questo post »

Da Facebook Questions a Reference Extract

31 luglio 2010

Facebook questions è una nuova applicazione di Facebook, pensata per mettere a valore i saperi dei 500 milioni di abitanti di questo continente virtuale.

Dovrebbe funzionare così: su Facebook, oltre a scrivere e pubblicare i commenti sulla bacheca del mio profilo, posso postare una domanda, le cui risposte saranno rese pubbliche e aggregate in un “questions dashboard“. Da qui alla creazione di un gigantesco database di domande e risposte il passo è breve, se si può contare su un serbatoio di 500 milioni di utilizzatori. Leggi il seguito di questo post »

PublishersGlobal.com, tutti gli editori del mondo.

20 febbraio 2010

logo PublishersGlobal.comIl mondo dell’editoria ci interessa. Perchè è parte integrante del sistema-libro e, più esplicitamente, perchè l’editoria è quel settore della produzione culturale che sta subendo mutamenti profondissimi in questo ultimo decennio.
Ma non solo per questo: quando cerchiamo informazioni bibliografiche per i nostri utenti, dopo aver passato in rassegna tutte le risorse canoniche, cercare anche nel catalogo di un editore può essere di aiuto (specialmente se grossomodo ne conosciamo la produzione editoriale). Per quello che riguarda lo scenario italiano, la directory di editori nazionali che utilizzo è quella predisposta da WUZ (un portale generalista di cultura e spettacolo prodotto da ibs.it). Per quello che riguarda l’editoria internazionale ho trovato questa risorsa: PublishersGlobal.com. Si tratta di… Leggi il seguito di questo post »