Un elefante nella stanza

29 novembre 2015

Si dice “c’è un elefante nella stanza” quando un enorme problema, impossibile da eludere, si presenta in una situazione ma nessuno lo evoca apertamente.
Quando l’Associazione italiana Biblioteche del Trentino Alto Adige mi ha invitato a fare un corso sul servizio reference a Bolzano ho pensato che un elefante si sarebbe aggirato senza posa nell’aula sede della docenza: la crisi profonda e indubitabile che il servizio reference attraversa.

elefante-e-crisi-del-servizio-reference

Così ho deciso che per prima cosa avrei evocato l’elefante parlando di questa crisi, ne avrei argomentato gli aspetti.
Poi avrei provato a dire “cosa resta”, oggi, di questo tipo di servizio.
Poi avrei formulato alcune proposte per un servizio reference contemporaneo, per riflettere con i colleghi su come oggi possiamo pensare al servizio reference e praticarlo in modo utile, con particolare attenzione alle fonti aperte, a Wikipedia (standard de facto per chi vuole fasi un’idea su qualunque cosa), a Google, che organizza il nostro quadro cognitivo.
Sotto metto a disposizione alcune delle slide, con riferimenti ad alcune letture utili per me importanti.

2 Risposte to “Un elefante nella stanza”

  1. Gianni Stefanini Says:

    Ciao Laura,
    grazie per il contributo, francamente per uno come me che non si dedica alla ricerca nè potrei catalogarmi tra gli studiosi vedere da una come te finalmente affrontato il problema del reference in biblioteca, è di grande aiuto. Sono finora rimasto intimidito dalle posizioni che mi sembrano maggioritarie in ambito bibliotecario sul reference e la sua funzione in biblioteca.
    Io, invece, vedo quotidianamente le realtà locali delle biblioteche di pubblica lettura lontane anni luce dalla pur minima possibilità di fornire davvero un servizio di reference agli utenti.
    La nostra esplorazione si muove su altri campi, verso la ricerca di nuove funzioni e nuovi servizi per le biblioteche nel territorio, mentre rispetto alle funzioni proprie e tradizionali delle biblioteche cominciamo a guardare con una certa attenzione ai motori di raccomandazione per gli utenti sviluppando servizi che consentano di soddisfare le domande che tali motori potrebbero mettere in moto.
    Cominciamo a guardare al mondo delle aziende a cui siamo abbastanza vicini per contiguità territoriale, esploriamo tutto il mondo dell’entertainment.
    Grazie, comunque delle suggestioni, speriamo ci sia prima o poi qualche possibilità di scambio e confronto diretto.
    Un cordiale saluto.
    Gianni

  2. RefKit Says:

    Ciao Gianni, grazie a te per il commento.
    Io credo che il reference e i servizi al pubblico nelle civiche possano effettivamente abbandonare il percorso poco fruttuoso del “rispondere a domande” per provare a “rispondere ad esigenze”. Molte biblio sono già avanti in questo. I motori di raccomandazioni per utenti sono importanti e mi piacerebbe saperne di piu’ (anche della Vostra esperienza).
    Credo pero’ anche che la conversazione di reference (reference interview), che ha una sua tecnica, sia ancora, purche’ declinato in modo non rigido, un buon metodo di interlocuzione perche’ allena il bibliotecario all’ascolto assoluto e all’aiuto, in una relazione paritaria con l’utente.
    Per riprendere la tua traccia credo che un valido alleato sia il sistema camerale, che in alcuni casi ha dei centri di documentazione veri e propri (ma anche li, stanno smantellando molto).
    Il tuo post mi permette anche di sottolineare come nelle biblioteche accademiche, perlomeno nella mia esperienza, il reference funziona eccome: a condizione di “stringere alleanza” con la comunita’ scientifica che invia alla biblioteca i tesisti, per un primo avvicinamento al mondo dei documenti (scientifici). E li’ pratiche di information literacy si ibridano al servizio reference e il discorso cambia. Ma sono contesti differenti.
    Grazie ancora per le Tue sollecitazioni,
    un cordiale saluto
    Laura


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: