Archive for luglio, 2011

Bankpedia, enciclopedia online

29 luglio 2011

logo Bankpedia

bankpedia.org

Bankpedia è un buon esempio di “transizione al digitale” e sviluppo di un’opera originariamente cartacea.

Come nasce Bankpedia
Alle origini di questo wiki c’è il “Dizionario di Banca, Borsa e Finanza“, curato dall’Istituto per l’Enciclopedia della Banca e della Borsa (IeBB s.p.a.) e pubblicato per la prima volta dall’editore Giuffrè nel 1979, poi da Ipsoa nel 1993, e infine dallo stesso IeBB nel 2002.
Nel 2005 IeBB cambia ragione sociale e diventa Associazione nazionale per l’Enciclopedia della Banca e della borsa (Assoneb), e nel 2008 decide di digitalizzare l’ultima edizione del Dizionario e di renderlo disponibile gratuitamente su web su modello wiki e partecipativo, dando vita a Bankpedia. Leggi il seguito di questo post »

L’etica dell’algoritmo (soli nella bolla)

9 luglio 2011

Non sarà sfuggito ai più l’articolo di Eli Pariser, pubblicato sul giornale inglese Guardian e tradotto in italiano da Internazionale il 6 luglio 2011.

The filter bubble

Pariser, E. (2011). The filter bubble: What the Internet is hiding from you. New York: Penguin Press

L’articolo è la sintesi di un libro dal titolo “The filter bubble“, la bolla dei filtri, pubblicato da Penguin press nel 2011.
Eli Pariser, che oggi ha 30 anni, è stato il direttore di Move.on (un network dedicato all’attivismo politico liberal dal basso) ed uno dei co-fondatori di Avaaz.org il sito no-profit che permette ad ogni utente di organizzare e auto-gestire una petizione online.
La tesi fondamentale dell’articolo tradotto da Internazionale è che l’esito di una ricerca che noi facciamo su Google non è neutro. Il famoso algoritmo Pagerank, che in teoria deve scegliere per noi il risultato più popolare e pertinente, in realtà … Leggi il seguito di questo post »