World digital library (Bring [people/cultures/knowledge/languages/creativity] togheter)

18 aprile 2009

Abbiamo iniziato a consultare la World Digital libray (che sarà lanciata ufficialmente il 21 aprile). Si tratta di una biblioteca digitale promossa dall’Unesco,  nata da un progetto originario della Library of Congress, che permette di accedere a libri, giornali, manoscritti, video, foto, registrazioni musicali di 19 paesi (ma l’obiettivo è coinvolgere tutti i Paesi membri dell’Unesco).
Finalità del progetto sono: promuovere l’intercultura, fornire risorse per educatori e scuole, rafforzare la capacità delle Istituzioni partner a ridurrre il digital divide.
Tra le istituzioni rappresentate i Paesi europei (già impegnati nel progetto Europeana) non sono molti (Francia, Russia, Serbia, Svezia), mentre spiccano i Paesi emergenti: Cina, Brasile, e poi la Biblioteca Alessandrina, l’Iraq National Library, ed altre.
I finanziatori più generosi sono Google e la Qatar Foundation (3 milioni di dollari a testa). Seguono Carnegie corporation, King Abdullah University, Microsoft ed altri (1 milione di dollari)

Attualmente la biblioteca permette l’accesso a 1180 documenti, non uniformemente distribuiti tra i diversi partecipanti, visto che 505 documenti provengono della sola Library of Congress.
I materiali sono ricercabili per parola chiave (search box), oppure in modalità browsing per luogo, periodo storico, argomento, tipo di item, istituzione partecipante.

Un documento fotografico della WDL Unesco

Un documento fotografico della WDL Unesco

I documenti sono liberamente accessibili (scaricabili e condivisibili attraverso i maggiori social networks, da Delicious, a Digg, a Facebook), ma protetti dal copyright vigente nel Paese proprietario dell’opera indicizzata.
Essi sono ordinati per argomento secondo la Classificazione Decimale Dewey, resa disponibile da OCLC nelle lingue ufficiali dell’Unesco (arabo, cinese, inglese, francese, russo e spagnolo) ed in portoghese, in riconoscimento dei contributi della Biblioteca nazionale brasiliana. Come Europeana, anche WDL lavora molto sulla gradevolezza dell’interfaccia (thumbnail, possibilità di scorrimento della cronologia, possibilità di “sfogliare” i libri). Una brochure dimostrativa si trova qui.  La versione originale del video, leggermente più nitida di quella che abbiamo trovato su Youtube, è qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: