Digital curation e Content curation

13 aprile 2013

In questo post ringrazio la rivista Bibliotime per avermi invitato a scrivere un articolo, pubblicato nel primo numero del 2013, che mi ha permesso di analizzare il termine “Curation“.
Invito a leggere il contributo, che ha per titolo: “Digital curation e content curation: due risposte alla complessità dell’infosfera digitale che ci circonda, due sfide per i bibliotecari“.
Aggiungo solo due riflessioni ex-post:

1) La digital curation, intesa come processo codificato che aggiunge valore agli oggetti digitali, accompagnandoli in tutto il loro ciclo di vita, in qualche misura descrive il lavoro di équipe dei data librarians, quei bibliotecari che sono in grado di dialogare fittamente e alla pari con informatici, esperti di KM, e altri lavoratori della conoscenza il cui obiettivo è la preservazione, l’interoperabilità, la diffusione e il riuso dei dati e dei documenti elettronici, all’interno degli scenari aperti dai big data e dall’ e-science.
2) La content curation, intesa come attività che consiste nel trovare, raggruppare, organizzare o condividere i migliori e più rilevanti contenuti su un tema specifico per soddisfare la necessità di contenuti di qualità, è la risposta, nata fuori dal mondo delle biblioteche, alla necessità di migliorare l’esperienza in rete delle persone, re-intermediare le informazioni, e soprattutto creare significati.

La scommessa, per i bibliotecari consiste, a mio avviso, anche in questo: leggere in modo diverso le attività che abitualmente svolgono, scorgendo in esse opportunità per valorizzare e mettere i loro saperi in azione anche fuori dalle mura della biblioteca, smettere di pensare di essere i depositari originari di specifici primati provenienti da una lunga tradizione, e lavorare insieme agli altri “information workers” mettendo in comune linguaggi, tecniche, expertise.
Content curation e Digital curation a mio avviso ci dicono, ancora una volta, che la biblioteconomia non basta più a se stessa in questo pluriverso informativo così complesso, e che è davvero giunto il momento di andare a braccetto e contaminarsi con tutti i lavoratori della conoscenza, senza dimenticare tuttavia da dove si proviene (e verso dove si va).

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 32 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: